23 Novembre 17
LA BATTAGLIA DEI FIORI DI VENTIMIGLIA

Si sta approssimando la settimana clou della primavera intemelia, che celebra l'affaccio sulla nuova stagione in nome del fiore, eccellenza che ha reso celebre il Ponente. La Battaglia dei fiori, che compie quest'anno i 48 anni di vita, cade domenica 20 giugno, ma non è un appuntamento secco, costituendo bensì il clumine di una serie di iniziative che prendono il via già domenica 13 giugno.


Vere opere d'arte sfilano la domenica per le vie cittadine: i carri sono di notevoli dimensioni (lo chassis è lungo circa 8 metri e largo 4), con soggetti tridimensionali attinenti curati nei minimi dettagli. Tutta l'opera, che appare come dipinta, è in realtà completamente ricoperta da corolle di fiori, "fissate" a mosaico. L'impatto visivo è sensazionale.                  

Ad ogni carro lavorano, in appositi capannoni della città, gruppi da venti a cinquanta persone, per circa tre mesi. Tanti sono infatti i giorni necessari per giungere al prodotto artistico finale. Si progetta la realizzazione, si costruiscono (in ferro) la struttura del carro e lo scheletro delle figure, si scolpiscono i soggetti in grossi blocchi di polistirolo, direttamente intorno allo scheletro. Negli ultimi tre giorni, le compagnie lavorano ininterrottamente ed assistere a a questa fase del lavoro è già essere nello spettacolo; l'opera completa è ricoperta di corolle di fiori, fissate a mosaico una per una! In un metro quadrato di superficie trovano posto circa 1000 garofani, su un carro circa 120 mila fiori.

Nel pomeriggio della domenica è la volta della sfilata dei carri nel centro della città, in un clima festoso e di allegra confusione, reso più vivace dalla presenza delle bande folkloristiche che accompagnano i carri.

Parallelamente si innesca una vera e propria lotta "all'ultimo fiore" tra il pubblico e i figuranti sui carri: mediante il getto e reciproco lancio di centinaia di migliaia di fiori, si sviluppa, incruenta e colorata, la Battaglia, lasciando sul corso, al termine della giornata, un tappeto di profumate corolle.

L'iniziativa affonda le sue radici culturali nelle tradizioni del mondo agricolo, alimentate dai riti delle più antiche feste primaverili dedicate al risveglio della natura, modificate nel tempo dal mutare delle credenze religiose e degli eventi sociali. Nella metà del '700, nella Provenza e lungo la Riviera, il Carnevale (derivante dalle feste del solstizio d'inverno) era festeggiato con sfilate di carrozze e carri allegorici infiorati, cortei mascherati e lancio di fiori.

Camillo Benso Conte di Cavour, allora luogotenente del Genio, di stanza, a Ventimiglia, in una lettera alla nonna scrisse che "il carnevale è molto brillante a Ventimiglia, con lanci di confetti, coriandoli e fiori".

Dopo la prima guerra mondiale, le feste dei fiori ripresero nella Provincia: Ventimiglia e Sanremo rilanciarono la manifestazione nel 1921. Mentre Sanremo continuerà ad organizzare corsi con carri infiorati (e in periodo invernale, quando è rara e per ciò preziosa quasiasi fioritura), Ventimiglia si evolverà verso l'odierna Battaglia dei Fiori, con allestimento dei carri mediante soggetti realizzati con fiori a mosaico.

Tutti gli eventi in programma sono a partecipazione gratuita, a meno che si intenda seguire la Battaglia comodamente seduti sulle tribune, pagando un piccolo obolo.

  • Video
  • MAPPA

Siete già stati a Sanremo?

IT - EN - DE - RU

Informazione ed approfondimento dal ponente ligure

PRENOTAZIONE ALBERGHI
@PEC.SANREMO.IT

SANREMO.IT offre il servizio di Posta Elettronica Certificata (PEC) per gli indirizzi @SANREMO.IT.

Segui il link 

Per informazioni: info@SANREMO.IT

da SOGGIORNARE...

Residence Due Porti

La Riserva

 

da TROVARE...
TRADUTTORE

Meteo x Sanremo

FARMACIE e SOCCORSO

RIFERIMENTI FARMACIE
Sanremo - Imperia - Ventimiglia

FARMACIE DI TURNO
Sanremo - Imperia - Ventimiglia

PRONTO SOCCORSO

CUPA

Map IP Address
Powered byIP2Location.com